Questo Forum usa i cookies tecnici solamente per immagazzinare queste informazioni: il tuo Nome Utente e la password, i messaggi letti/visualizzati. Questi cookies sono immagazzinati nel tuo PC/Smartphone. I nostri cookies non sono usati per seguire le tracce dei tuoi movimenti; non servono ad altro che migliorare il tuo uso dei Forum. Se non hai abilitato i cookies nel tuo browser, molte di queste funzioni per migliorare l'uso dei Forum non funzioneranno. Maggiori informazioni
F O R U M    1 0 ' - Vi presento "Bipée"
Vai al sito Diecipiedi

F O R U M    1 0 '

[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ-Informativa cookie | Regolamento Forum ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Classe 10'
 Forum 10'
 Vi presento "Bipée"
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 2

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 08:54:37  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Eccola qua: ne avevo accennato l'idea costruttiva, e ieri l'ho varata per le prima volta:


Immagine:

188,59 KBIl progetto dello scafo è quello di Triciclo, di Jacopo, che io avevo usato per "Tripée"
Qui non ho fatto altro che duplicarlo, e assemblare un catamarano.
Qualche particolare costruttivo:
La traversa anteriore, che deve sopportare il carico dell'albero, è stata fatta con un profilato di alluminio di recupero (grazie Luigi!), di quelli che si usano per i divisori a pannelli mobili negli uffici. La sua posizione è esattamente quella dell'albero di Tripée, che era perfettamente bilanciata. Anche su Bipèe è risultata essere quella giusta.
Avere l'albero così avanzato, ha portato un problema: il triangolo di prua era troppo stretto, e gli stralli non lavoravano bene. Ho dovuto così inventarmi un bompresso, che viene tenuto da due briglie dalle prue, e regge lo strallo.

Le sartie si murano in corrispondenza della traversa di tripée e sono regolabili, per poter variare l'inclinazione dell'albero.
Le derive sono naturalmente nella stessa posizione di Tripée: La seconda e quella di Sorci Verdi, che, essendo di dimensioni leggermente diverse, viene immersa un po' meno per mantenere la stessa superficie di deriva.

Il trampolino è stato ricavato da un telone di camion, recuperato casualmente per strada! Teso da due tenditori, come suggerito da Heritage, e tenuto lateramente agli scafi, ha assolto perfettamente il suo compito.

Il nome: Derivando da Tripée, era ovvio chiamarlo Bipée. Il colore invece, grigino, è dovuto al fatto che ho esaurito gli avanzi di vernice verde!

Veniamo ai risultati delle prove: entusiasmanti!
La barca è risultata perfettamente bilanciata, vira su un fazzoletto, sia da quasi ferma, con un alito di vento, che con vento forte (stimo circa 15 Kn). Accelera bene, è veloce in tutte le condizioni. Forse con vento forte Mario è più veloce, ma comunque siamo solo alle prime prove. E' anche molto più stabile del trimarano: non c'è stata occasione per farla andare su uno scafo, ma non credo sia facile che succeda..

Qualcuno potrebbe chiedermi i pesi: non li so, ma devo dire che non sono particolarmente bassi. Lo scafo originale di Tripée era piuttosto pesante, per eccesso di rinforzi; quello nuovo è nettamente più leggero. I timoni sono quello originale e il suo clone, non particolarmente leggeri. La traversa anteriore, necessariamente robusta, è anche pesantuccia. In più abbiamo il bompresso...Insomma, non ho prestato particolare attenzione ai pesi, anche perchè lo scopo di questa barca è di portare un equipaggio di circa 110 kg, per cui 5kg in più o meno sullo scafo non fanno molta differenza.
Comunque sono molto soddisfatto.

Nessun problema? Qualche aggiustamento, ma poca roba:
La timoneria: devo allungare le due barre, per spostare la traversa più verso il centro barca, e togliere la barra, evitando di impigliare il tutto con la scotta di randa. E devo rivedere la posizione degli strozza dei timoni: così sono scomodi
Nient'altro.

Solo due parole sulla vela. Quest'anno ci ho lavorato ancora un po': ho ridotto la curvatura della tasca, per meglio adattarla alla rigidezza del'albero, ho modificato la stecca alta, e soprattutto ho potenziato i paranchi del Vang e quello del cunningham. In questo modo riesco a regolare meglio la vela, e posizionare il grasso dove voglio, cosa che non mi riusciva prima. Grazie Mario per i suggerimenti!

Per ultimo cito il progettista degli scafi, Jacopo, che ieri l'ha provata:
"E' il miglior 10' su cui sono salito: adesso non hai più scuse!"
Troppo buono, Jacopo, e troppo impegnativa la tua frase, qualche scusa la troverò!

ciao a tutti

p.s. Volevo inserire altre foto, ma 'sto coso non me lo fa fare... Perchè? Forse sono troppo grossi...Magari riprovo più tardi




Carlo

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 09:46:14  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ci riprovo, con le foto:

Immagine:

28,88 KB



Immagine:

99,96 KB

Immagine:

83,45 KB

Immagine:

92,63 KB

Immagine:

85,56 KB

Immagine:

85,45 KB

Perchè ne visualizza solo alcune????
Renzo, aiuto!!!

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


552 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 10:50:16  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Confermo la mia valutazione: temo che quest'anno saranno cavoli amari per tutti noi altri !
Possiamo solo sperare che i pressanti impegni di nonno ci permettano di recuperare qualche punticino.
Ciao
Jacopo
Torna all'inizio della Pagina

luca10ft
Utente Senior


Città: riccione


764 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 14:21:36  Mostra Profilo Invia a luca10ft un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Benissimo!
Spero che questa incoraggiante performace rilanci il catamarano nella classe 10 piedi, stimolando interesse, ricerche e costruzioni.

Quindi anche buoni risultati di manovrabilità nonostante i timori della vigilia?
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 15:45:47  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
luca10ft ha scritto:

Benissimo!
Spero che questa incoraggiante performace rilanci il catamarano nella classe 10 piedi, stimolando interesse, ricerche e costruzioni.

Quindi anche buoni risultati di manovrabilità nonostante i timori della vigilia?


assolutamente si, semplicemente mantenendo la stessa distanza sull'asse longitudinale dell'albero rispetto alle derive. Non ho provato a sollevarne una per volta, quella sottovento, ma in realtà non mi importa molto: non ho intenzione di fare quella manovra, giusto per provare.
Nelle prime prove alternerò il tri con il cat, poi vedremo.
Ciao

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

aurelio
Utente Senior



650 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 20:19:14  Mostra Profilo Invia a aurelio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
gran bel lavoro Carlo!!! un velocissimo ( ho sentito Jacopo al telefono e mi ha detto delle notevoli performances)catamarano di nuovo in lizza per il campionato!!!
buon vento aurelio
Torna all'inizio della Pagina

Luigi
Utente Senior

Prov.: Milano
Città: Bussero


433 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 21:06:00  Mostra Profilo Invia a Luigi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sono contento, ti vedo entusiasta e questo e' il carbutante che ci spinge.
Curiosita'...hai fatto un carrello di alaggio nuovo?
No? Passa a trovarmi che ti munisco i di ruote :-)
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 10/03/2014 : 21:27:31  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Luigi ha scritto:

Sono contento, ti vedo entusiasta e questo e' il carbutante che ci spinge.
Curiosita'...hai fatto un carrello di alaggio nuovo?
No? Passa a trovarmi che ti munisco i di ruote :-)

non ne ho parlato, ma no, non ho fatto un nuovo carrello d'alaggio: se non avessi avuto i vari amici, non avrei saputo come fare. Grazie!

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

luca10ft
Utente Senior


Città: riccione


764 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 07:24:53  Mostra Profilo Invia a luca10ft un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
capelizzari ha scritto:

..... giusto per provare.



Se un giorno sei in vena di fare esperimenti, fanne uno per me, ossia qualche manovra (virata e strambata) e un po’ di bolina, il tutto senza derive, giusto per vedere la differenza.
Il mio "reparto" studi e ricerche ti ringrazierebbe molto
Con quella forma tipo Proa, dovresti anche avere un coefficiente prismatico molto basso.
Potresti darmi larghezza e altezza massima degli scafi?
Grazie
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


552 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 09:27:29  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Luca.
Alcune risposte ci sono gia'.
Le misure le puoi ritrovare andando a vedere i piani di "Triciclo".
Carlo ha solamente raddoppiato lo scafo centrale.
Le prove senza deriva sono state effettuate da Luigi in versione trimarano, ma, come detto, lo scafo e' il medesimo.
I risultati sono stati lusinghieri: rotta solo di qualche grado piu' larga in bolina con manovrabilita' buona e virate in prua senza difficolta'.
Ciao
Jacopo
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 11:55:44  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Jacopo ha scritto:

Ciao Luca.
Alcune risposte ci sono gia'.
Le misure le puoi ritrovare andando a vedere i piani di "Triciclo".
Carlo ha solamente raddoppiato lo scafo centrale.
Le prove senza deriva sono state effettuate da Luigi in versione trimarano, ma, come detto, lo scafo e' il medesimo.
I risultati sono stati lusinghieri: rotta solo di qualche grado piu' larga in bolina con manovrabilita' buona e virate in prua senza difficolta'.
Ciao
Jacopo



Ne avevo fatte anch'io sul tri: confermo tutto. Va perfettamente anche senza derive, solo scarroccia un pochino di più.
Ciao

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


315 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 12:17:11  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Cümpliment !!!
poche chiacchere e tanto lavoro ben fatto
dovrebbero mandarti a governare l'Italia
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 15:45:00  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
FABIOS ha scritto:

Cümpliment !!!
poche chiacchere e tanto lavoro ben fatto
dovrebbero mandarti a governare l'Italia


grazie per i complimenti, ma. ..no! Mi piacciono le cose fattibili, magari difficili, ma possibili!
Ciao

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

bicio
Utente Attivo


Prov.: Milano
Città: Milano


152 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 19:15:45  Mostra Profilo Invia a bicio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grande Carlo, non vedo l'ora di mettermi anch'io al lavoro con il trimarano ma prima devo finire di sistemare la casa dopo il trasloco se no mia moglie mi strozza. Purtroppo quest'anno va così.
complimenti ancora.
A presto...
Fabrizio

Nessuna pianificazione, per quanto attenta, potrà mai sostituire una bella botta di culo. [Legge di Dunn]
Torna all'inizio della Pagina

luca10ft
Utente Senior


Città: riccione


764 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 19:40:10  Mostra Profilo Invia a luca10ft un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Jacopo ha scritto:

Ciao Luca.
Alcune risposte ci sono gia'.
Le misure le puoi ritrovare andando a vedere i piani di "Triciclo".
Carlo ha solamente raddoppiato lo scafo centrale.
Le prove senza deriva sono state effettuate da Luigi in versione trimarano, ma, come detto, lo scafo e' il medesimo.
I risultati sono stati lusinghieri: rotta solo di qualche grado piu' larga in bolina con manovrabilita' buona e virate in prua senza difficolta'.
Ciao
Jacopo



Piani trovati. Grazie.

Non credo però che versione Cat e versione Tri siano esattamente la stessa cosa ai fini della manovrabilità e dello scarroccio.

A lume di naso mi verrebbe da pensare che sia meglio la versione Tri, ma in acqua è facile che le cose vadano in maniera del tutto diversa da come ci attendiamo


Modificato da - luca10ft in data 11/03/2014 19:44:57
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 11/03/2014 : 22:41:44  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
@Luca: comunque la prova la farò: sono curioso anch'io, di natura!
Ciao

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

Epar
Utente Medio

Prov.: Napoli
Città: San Giorgio a Cremano


46 Messaggi

Inserito il - 14/03/2014 : 18:50:00  Mostra Profilo Invia a Epar un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Complimenti
Una cortesia : se puoi postare qualche foto di dettaglio del piede d'albero in modo da evidenziare il collegamento alla traversa.
Ho una mezza idea : usare quel profilo per poter spostare il piede d'albero più avanti o più dietro (come si fa / faceva sui windsurf).
Le sartie e lo strallo in cosa le hai realizzate?
Grazie
B. V. Ernesto
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 14/03/2014 : 20:56:38  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Epar ha scritto:

Complimenti
Una cortesia : se puoi postare qualche foto di dettaglio del piede d'albero in modo da evidenziare il collegamento alla traversa.
Ho una mezza idea : usare quel profilo per poter spostare il piede d'albero più avanti o più dietro (come si fa / faceva sui windsurf).
Le sartie e lo strallo in cosa le hai realizzate?
Grazie
B. V. Ernesto

sarà fatto, domani!
Posso anticiparti: una piastrina da 2 mm che scorre nella gola, con un perno da 6 saldato che entra in un foro nella base dell'albero. Due bulloncini da 6 fissano la piastrina.
Sartie e strallo sono cavetti inox da 2,5 mm, 19x1.
Puoi certamente usare questo sistema per spostare l'albero, ma in modo semifisso, cioè sposti, fissi e provi. Se vuoi fare una cosa scorrevole e regolabile anche sotto pressione, non credo sia adatto.
A domani le foto.
Ciao

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
2017 Winner


Prov.: Milano
Città: burago


863 Messaggi

Inserito il - 15/03/2014 : 08:45:53  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
eccomi con le immagini


Immagine:

28,16 KB

Immagine:

30,39 KB

In realtà il perno è costituto da una barra filettata da 8, tornita a 6 mm. La piastrina è filettata, poi c'è il controdado, e un punto di saldatura per bloccare il tutto.
Spero ti sia utile.
Ciao

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

Epar
Utente Medio

Prov.: Napoli
Città: San Giorgio a Cremano


46 Messaggi

Inserito il - 17/03/2014 : 18:17:58  Mostra Profilo Invia a Epar un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie Carlo
è interessante la cosa.
B. V. Ernesto
Torna all'inizio della Pagina

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


315 Messaggi

Inserito il - 18/03/2014 : 08:39:12  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
In effetti un cat sui 12-13 piedi ispirato al bipéé potrebbe essere una buona soluzione per trasporto sul tetto
e dovrebbe tranquillamente poter navigare con 170-190 kg di equipaggio
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
F O R U M    1 0 ' © 2000-06 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina e'stata generata in 0,33 secondi. Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000