Questo Forum usa i cookies tecnici solamente per immagazzinare queste informazioni: il tuo Nome Utente e la password, i messaggi letti/visualizzati. Questi cookies sono immagazzinati nel tuo PC/Smartphone. I nostri cookies non sono usati per seguire le tracce dei tuoi movimenti; non servono ad altro che migliorare il tuo uso dei Forum. Se non hai abilitato i cookies nel tuo browser, molte di queste funzioni per migliorare l'uso dei Forum non funzioneranno. Maggiori informazioni
F O R U M    1 0 ' - Diecipiedi da crociera
Vai al sito Diecipiedi

F O R U M    1 0 '

[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ-Informativa cookie | Regolamento Forum ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Classe 10'
 Forum 10'
 Diecipiedi da crociera
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 3

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 22/11/2019 : 17:24:07  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Che titolo altisonante !
Gia' mi vedo in oceano alla conquista degli atolli del Pacifico.
Nulla di tutto cio'.
Sto solo disegnando un diecipiedi che permetta una navigazione confortevole e sicura anche su lunghe (!) distanze.
Potra' portare due persone.
Avra' spazi di stivaggio.
L'armo velico sara' flessibile e riducibile
Sara' semplice da costruire potendosi far tagliare tutti i pezzi di compensato da un "brico center".
Inserisco i primi due disegni.
Pian piano arrivera' il resto.
Avete suggerimenti ?
Ciao a tutti
Jacopo


Immagine:

13,56 KB

Immagine:

22,85 KB

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


345 Messaggi

Inserito il - 22/11/2019 : 18:29:07  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Jacopo bentornato ti ho mandato un paio di mail private qualche mese fa.. senza risposta.

per il cat con armo biplano tieni presente che dovrai avere la lunghezza delle vela a meno del 75% della distanza fra i 2 alberi , cio di porterà ad avere una vela molto stretta o un baglio esageratamente largo. perché non fare un trimarano con vele in tandem e sedute sugli amas?.
se ti puo interessare la mia nuova similchica é a buon punto 3.73x2.70 2metri cubi di stivaggio e posto per 3 persone varo previsto per primavera saluti Fabio
Torna all'inizio della Pagina

Mario Falci
Moderatore


Prov.: Milano
Città: Milano


1559 Messaggi

Inserito il - 22/11/2019 : 20:18:54  Mostra Profilo Invia a Mario Falci un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bell'idea. Penso che i disegni siano ancora in divenire e quindi darai un pò di cavallino alla chiglia altrimenti per virare la vedo dura.
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 07:16:24  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao Fabio, ben ritrovato.
Mi scuso per la mancata risposta, ma ho avuto alcuni mesi di lavoro intenso e ho trascurato la classe ed il forum.
In ragione di cio' non ho visto i tuoi messaggi.
Leggo, pero', sempre le e-mail: quindi puoi sempre contattarmi cosi'.
Veniamo alla barca.
La distanza tra gli alberi potrebbe essere di 140 cm.
Con alberi di 5m si ottengono due vele da 3m2 ciascuna.
Mi sembra una buona soluzione per navigazioni tranquille.
Si potrebbero, poi, ridurre arrotolandole agli alberi in caso di vento forte.
Ho pensato al catamarano in quanto meno acrobatico del trimarano.
Oltre a cio' e' piu' facile portare due persone senza ingrassare esageratamente lo scafo centrale di un tri.
Bene per SimilChica: sono ansioso di poterla vedere. Sentiamoci !

Ciao Mario, ho pensato di ridurre, ma solo leggermente, le prestazioni a favore di una maggiore semplicita' costruttiva.
In ogni caso, non credo che si presentino particolari difficolta' in virata.
In fondo anche Chica non avrebbe dovuto virare, vista la carena a "V" profondo, mentre invece virava benissimo.

Grazie a tutti per i suggerimenti: il lavoro prosegue
Ciao a tutti
Jacopo
Torna all'inizio della Pagina

Luigi
Utente Senior

Prov.: Milano
Città: Bussero


447 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 10:01:08  Mostra Profilo Invia a Luigi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bravo Jacopo, sempre "vulcanico", però due persone stanno sul trampolino o terrazzamento che unisce i due scafi ? Non siamo più giovani, le mie articolazioni non resisterebbero, a meno di installare sul terrazzamento, due sdraio da crociera in teak, con relativo plaid....
Sulla semplicità costruttiva non ti batte nessuno, assemblaggio sempre con elastici suppongo.
Torna all'inizio della Pagina

umbeuno
2018 Winner


Prov.: Milano
Città: Boffalora Ticino


164 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 11:57:46  Mostra Profilo Invia a umbeuno un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Si potrebbe installarare due panche rialzate,chi si ricorda il catalodino?

Modificato da - umbeuno in data 23/11/2019 14:16:36
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 12:26:33  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Luigi: sono d'accordo sulla scomodita' !
Ci sto lavorando. Il plaid, pero', dovra' essere sintetico, altrimenti si inzuppa !!!
Grazie per gli immeritati complimenti, ma la semplicita' e' in realta' un mio chiodo fisso.
Penso realmente che possa avvicinare nuove persone alla classe.
E poi gli elastici sono d'obbligo !!!!

Umberto: ho ben in mente il Catalodino.
Temo che la panchina in legno diventi macchinosa da installare e da utilizzare.
Sto pensando, in realta', a due cubotti, o due parallelepipedi, di pvc espanso a cellule chiuse.
Si potrebbero inserire in una borsa su misura in cordura dotata di anelli.
Alcuni elastici, o cimette, fisserebbero il tutto.
Leggeri, facilmente spostabili e smontabili, morbidi, galleggianti: una favola !

Ciao a tutti
Jacopo
Torna all'inizio della Pagina

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


345 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 17:30:41  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
seggiolini da piscina bell'e pronti magari fissati con una vite o perno centrale in modo che possano ruotare?
il pozzetto é autosvuotante?
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 17:58:41  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Fabio, che cosa intendi per seggiolini da piscina ?
Mandami foto o link per poterli visualizzare.
Il pozzetto non e' autovuotante dato che, per il momento, non e' previsto !
Penso di piazzare un bel pannello di compensato tra le traverse, fissato con cimette a salamino, che possa fornire un appoggio piu' stabile e, spero, piu' confortevole del trampolino in tessuto.
Torna all'inizio della Pagina

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


345 Messaggi

Inserito il - 25/11/2019 : 09:51:42  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Jacopo se mi rimandi l'indirizzo mail ti invio le foto della mia canoa "comodosa" con seggiolino da piscina incorporato
ciao
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 28/11/2019 : 18:21:48  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
jfaggioni@jfaggioni.it
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 12/12/2019 : 21:26:02  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


Immagine:

37,57 KB

Rieccomi, e pure con un nuovo pezzo del progetto !
Il disegno in CAD non riesce, forse, ad evidenziare correttamente ogni dettaglio.
Ho voluto riunire tutto in un'unica immagine, ma la cancellazione delle linee nascoste ha forse cancellato un po' troppo.
Per chiarire bene le idee di base, vado a descrivere i vari elementi.

In nero vediamo gli scafi: identici a quelli gia' pubblicati.

In rosso troviamo il perimetro del trampolino.
Potrebbe essere realizzato in legno, in alluminio o in vetroresina.
E' dotato di quattro gambe, come se fosse un tavolo.
Queste gambe si infilano in quattro tubi, posti negli scafi, predisposti ad accoglierle.
L'inserimento delle gambe del "tavolo" nei tubi degli scafi rende solida la configurazione del catamarano.
Le due gambe anteriori sono, a loro volta, cave.
In queste verranno inseriti gli alberi che saranno, quindi, incastrati (tipo laser) e non insartiati.

In verde ho disegnato il trampolino vero e proprio.
E' costituito da tre sezioni di compensato marino: una centrale e due laterali fra loro incernierate.
Le due sezioni laterali si ribaltano, verso l'interno, sopra alla sezione centrale.
Questa e' la posizione per la navigazione che permette l'accesso alle derive ed agli sportelli dei gavoni.
Aprendole verso l'esterno, invece, si ottiene un enorme trampolino rigido che permette di stendervi un materassino gonfiabile.

Per migliorare il confort notturno e' prevista una copertura in tela sintetica che viene sorretta da una semplice intelaiatura in tubi disegnata in blu.
Questi tubi si aprono a compasso rendendo semplici ed immediate le operazioni di chiusura e di riapertura.

I lavori procedono.
Ciao a tutti

Jacopo
Torna all'inizio della Pagina

Luigi
Utente Senior

Prov.: Milano
Città: Bussero


447 Messaggi

Inserito il - 14/12/2019 : 11:17:05  Mostra Profilo Invia a Luigi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bella idea, bravo, semplificherei la copertura con tubi che fa molto serra florovivaistica, col rischio di essere scambiati per migranti, con delle tendine ad apertura automatica, quelle cosette che decatlon fa bene e con pochi soldi, a fine esperienza si possono anche regalare.
Adesso che so dove mettere le gambe mi piace di più.
Ma il "tavolo, quando si spiaggia, si può estrarre così da avere un "soggiorno" in cui pranzare? Tavolo a fianco degli scafi, gambe telescopiche per alzarlo e dal gavone esce il vinello fresco (è stato tutto il giorno sotto la linea di galleggiamento.
Però se a vista si intravede una trattoria...il tavolo resta al suo posto.
Scherzi a parte, la vedo un'idea fattibile, low cost e, conoscendoti, funzionerà di sicuro, almeno con te alla barra
Torna all'inizio della Pagina

capelizzari
Segretario classe 10'


Prov.: Milano
Città: burago


925 Messaggi

Inserito il - 19/12/2019 : 15:11:27  Mostra Profilo Invia a capelizzari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
semplice e funzionale, mi pare. una sola perplessità: la trasportabilità del telaio della piattaforma, che mi sembra piuttosto grande per essere trasportato intero, e difficile da costruire smontabile...o mi sbaglio?

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


345 Messaggi

Inserito il - 19/12/2019 : 19:05:18  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
probabilmente sarà smontabile in 4 lati cin rinforzi sulle giunzioni. anche i telai dei quadri sono costruiti in 4 parti la tensione stessa della tela li tiene fissati
a me invece non convince il sistema di fissaggio a" gambe di tavolo"
ma sicuramente Jacopo ne avrà inventata una delle sue
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 20/12/2019 : 17:52:57  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il telaio del trampolino si potrebbe certamente concepire in configurazione smontabile.
Si trattera' di trovare un metodo che unisca comodita' di montaggio e trasporto alla dovuta solidita'.
Il progetto dei vari componenti e' in corso e cerchero' soluzioni.
Se, nel frattempo, qualcuno volesse proporre possibili soluzioni sara' certamente gradito.
Il collegamento di tale telaio agli scafi e', per ora, solamente abbozzato.
Si dovra' certamente progettare un innesto bloccabile e non libero di perdere i pezzi al primo frangente oceanico.
In prima approssimazione potrei ipotizzare un mazzetto di sottili cunei di legno per bloccare lateralmente le gambe del "tavolo" dentro ai tubi degli scafi.
Per evitare, poi, che si possano sfilare verso l'alto, vedrei bene il ricorso ai buoni vecchi elastici.
Tutte le proposte di miglioramento saranno gradite.
Ora devo disegnare i sedili.
Ciao a tutti
Jacopo
Torna all'inizio della Pagina

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


345 Messaggi

Inserito il - 21/12/2019 : 09:30:10  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il progetto del trampolino mi ricorda la mia prima costruzione, il catamarano visto a Manerba nel 2014
aveva un telaio in alluminio in tubi a sezione quadra saldati e una piramide sempre in tubi saldati per sorreggere l'albero non insartiato.
il tutto ispirato al Pulcino pirata di Jacopo. la cosa interessante era il fissaggio di queste sezioni con squadrette d'alluminio avvitate con viti da legno allo scafo(rinforzato) in verticale
mentre in orizzontale imbullonati ai tubi quindi la struttura era resistente a tutte le forze applicabili fra l'altro fletteva pochissimo .
Torna all'inizio della Pagina

umbeuno
2018 Winner


Prov.: Milano
Città: Boffalora Ticino


164 Messaggi

Inserito il - 24/12/2019 : 11:39:57  Mostra Profilo Invia a umbeuno un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Jacopo ha scritto:

Il telaio del trampolino si potrebbe certamente concepire in configurazione smontabile.
Si trattera' di trovare un metodo che unisca comodita' di montaggio e trasporto alla dovuta solidita'.
Il progetto dei vari componenti e' in corso e cerchero' soluzioni.
Se, nel frattempo, qualcuno volesse proporre possibili soluzioni sara' certamente gradito.
Il collegamento di tale telaio agli scafi e', per ora, solamente abbozzato.
Si dovra' certamente progettare un innesto bloccabile e non libero di perdere i pezzi al primo frangente oceanico.
In prima approssimazione potrei ipotizzare un mazzetto di sottili cunei di legno per bloccare lateralmente le gambe del "tavolo" dentro ai tubi degli scafi.
Per evitare, poi, che si possano sfilare verso l'alto, vedrei bene il ricorso ai buoni vecchi elastici.
Tutte le proposte di miglioramento saranno gradite.
Ora devo disegnare i sedili.
Ciao a tutti
Jacopo


Si potrebbe adattare le mezze tende igloo(non so come si chiamino)che si usano in spiaggia con funzione antivento e parasole,costano veramente poco,15€ circa.
Umberto

P.S.

questo per quello che riguarda la copertura.

Modificato da - umbeuno in data 24/12/2019 17:01:30
Torna all'inizio della Pagina

umbeuno
2018 Winner


Prov.: Milano
Città: Boffalora Ticino


164 Messaggi

Inserito il - 24/12/2019 : 18:07:08  Mostra Profilo Invia a umbeuno un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il pannello centrale se fosse messo più basso di 20/25 cm rispetto ai laterali si avrebbe una sorta di pozzetto,con una seduta più comoda,certo andrebbe portato a livello per usare la piattaforma con la tenda.
Proverei a fare i pannelli in sandwich,polistirene/compensato per non spendere tanto?
Umberto
Torna all'inizio della Pagina

FABIOS
Utente Senior


Città: LUGANO


345 Messaggi

Inserito il - 21/02/2020 : 14:06:44  Mostra Profilo Invia a FABIOS un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
novità?
Torna all'inizio della Pagina

Jacopo
2014 Winner


Prov.: Milano
Città: Milano


583 Messaggi

Inserito il - 27/09/2020 : 21:27:06  Mostra Profilo Invia a Jacopo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao a tutti !
Come già preannunciato da alcune voci di corridoio annuncio la nascita di Pegaso.
Si tratta di un diecipiedi da crociera.
Avevo, inizialmente, pensato ad un catamarano.
Il catamarano, infatti, è più capiente, dispone di un maggiore dislocamento, è più facile da tirare in secca, ma ...... è tremendamente scomodo !!!
Considerando di doverci passare alcune ore in navigazione e, magari, anche con vento e mare, ho ritenuto inopportuno dover restare accartocciato su di un trampolino: alla fine della giornata qualcuno avrebbe dovuto scaricarmi con una gru come un corazzato cavaliere medievale.
Ho quindi ripiegato sul trimarano: si sta normalmente seduti, ogni cosa è a portata di mano ed è più facile da trasportare.
Dalle prime immagini che si possono vedere assomiglia molto a Triciclo.
Lo scafo centrale è, però, più largo e di maggiore dislocamento, tanto da poter imbarcare normalmente due persone.
Dispone di un gavone stagno a prua del pozzetto e di uno a poppa.
La deriva è a baionetta come pure il timone per facilitare l'arrivo in spiaggia.
L'albero è incastrato senza sartie potendo, così, arrotolarvi attorno la randa per ridurne la superficie.
Randa senza stecche e spero anche di riuscire a fare a meno del boma.
Lo scafo centrale e gli scafi laterali sono collegati alle traverse mediante elastici: metodo semplice ed altamente efficente.
Anche il timone è trattenuto aderente alla scassa mediante elastici.
La cosa simpatica per quelli meno esperti e per i più pigri è che le sezioni degli scafi sono rettangolari e ci si potrà far tagliare tutti i pezzi da un brico center avendo, poi, solo da incollare e resinare.


Immagine:

73,94 KB



Immagine:

69,81 KB



Immagine:

58,55 KB

Le immagini sono quelle del modellino che ho stampato alla fine della prima stesura su Tinkercad.
La figura 1 mostra abbastanza bene le proporzioni della costruzione.
Il modello è in scala 1:15, quindi lungo 20 cm.
La figura 2 mostra tutta l'originalità del mio programma slicer che ha creato una interpretazione tutta sua della scassa del timone.
Chiaramente ho dovuto eliminarla e, nella figura 3, vediamo la realizzazione completata appena finita di stampare.

Passiamo, ora, alle misure principali per renderci conto più precisamente delle forme.
Le misure sotto riportate sono espresse in centimetri.

MISURE ESTERNE

Lunghezza dello scafo centrale: 300
Larghezza al baglio massimo: 40
Altezza di costruzione: 60
Immersione ogni 100 kg: 12,5

Lunghezza degli scafi laterali: 300
Larghezza al baglio massimo: 14
Altezza di costruzione: 38

Asse centrale della traversa di prua: 100 dalla prua
Asse centrale della traversa di poppa: 230 dalla prua
Interasse scafi: 108
Sezione delle traverse: 6 x 6

Posizione del bordo di attacco della deriva: 110 dalla prua
Lunghezza della deriva: 20
Immersione della deriva: 60
Altezza totale della deriva: 90 + maniglia

Posizione del limite anteriore del pozzetto: 110 dalla prua
Posizione del limite posteriore del pozzetto: 185 dalla prua
Profondità pozzetto: 30 dal ponte

Lunghezza del timone: 20
Immersione del timone: 60
Altezza totale del timone: 120 + barra
Posizione dell'asse dell'albero: 32 dalla prua

MISURE INTERNE (ancora da perfezionare)

Spessore del compensato marino di okumè: 0,4
Posizione dell'ordinata posta davanti all'albero: 28 dalla prua
Posizione dell'ordinata posta dietro l'albero: 36 dalla prua
Posizione dell'ordinata anteriore del pozzetto e della deriva: 110 dalla prua
Posizione dell'ordinata posteriore della deriva: 130 dalla prua
Posizione dell'ordinata posteriore del pozzetto: 185 dalla prua

I lavori proseguono !
Prima o poi renderò disponibili sul sito i piani costruttivi di Pegaso.
Ora devo definire le dimensioni delle ordinate da tagliare e le posizioni dei listelli di rinforzo.
Poi dovrò definire la costruzione della tenda per la notte (ovviamente matrimoniale) !
Poi ...... in acqua !!!!

Che ne dite ?
Ciao a tutti
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
F O R U M    1 0 ' © 2000-06 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina e'stata generata in 0,28 secondi. Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000